Sarà l’ennesima proroga secca al Piano Casa Vigente?

Sarà l’ennesima proroga secca al Piano Casa Vigente?

A circa un mese dalla scadenza dell’attuale norma sul Piano Casa in Sardegna, tutto tace sulla possibilità che il DL approvato in Giunta il 23 dicembre 2019 si trasformi in legge entro la fine di giugno.

Se da una parte, sui giornali, l’approvazione del DL era stato promesso e annunciato per febbraio, ad oggi (ultimi giorni di maggio) tutto tace.

Covid-19 a parte, il DL del 23 dicembre 2019 contiene al suo interno temi molto complessi da discernere, la cui approvazione non potrà prescindere da un iter lungo e complesso.

Se vi ricordate, tra i tanti argomenti, si parlava di:

  • revisione su alcuni concetti del PPR, con maggiori permissioni
  • perequazione urbanistica anche per il piano casa (cessione volumetrie)
  • costruzioni in agro, con 1 ettaro, anche per non imprenditori agricoli, e con corpi aziendali separati
  • ampliamenti fino al 40%
  • e tanto altro ancora

Che cosa aspettarci entro fine giugno?

La proroga “secca” della legge, così come la conosciamo oggi, è quotata a 0,9.

Che nel gergo delle scommesse calcistiche, significa che per ogni euro che scommetti, in caso di vittoria, ti vengono restituiti 90 centesimi. Ovvero, perdi 10 centesimi.

Tradotto: è praticamente certa una proroga della legge attuale senza le promesse, attese e annunciate modifiche contenute nel DL del 23 dicmbre.

Terza proroga, tout-court.

Lo possiamo desumere anche dell’Ordine del Giorno della Commissione Urbanistica, che è stata convocata per il giorno 28 maggio (oggi):

Sarà l'ennesima proroga secca al Piano Casa Vigente? 1

Quali sono gli articoli in scadenza?

Le disposizioni a carattere termporale previste dalla L.R. 8/2015 sono quelle che vanno dagli articoli dal 30 al 37.

Gli interventi “in scadenza” sono :

  • ampiamenti volumetrici
  • ampliamenti strutture ricettive
  • riuso e recupero sottotetti
  • recupero spazi con i soppalchi

Gli articolo dal 38 al 40, che disciplinano gli interventi di demolizione e ricostruzione e lo spostamento di volumi per il recupero di aree di pregio, non hanno nessuna scadenza.

Chi ha tempo …

Chi ha tempo, non aspetti tempo.

Se si vuole approfittare delle possibilità offerte del piano casa, è opportuno che si proceda entro i termini di giugno.

Negli anni ne abbiamo visto succedere di ogni tipo, pandemie comprese.

Se la proroga arriva, bene. Se la proroga arriva con le modifiche, tanto meglio.

Se però non dovesse arrivare?