E Se Esistesse un’Applicazione o un Sito Che …

… accorpasse la normativa, semplificasse la vita dei tecnici,dei tecnici della p.a. e dei privati cittadini ?

 

Almeno una volta nella vita, ciascuno di noi si è chiesto

Che posso realizzare a casa mia?     oppure      Ho un terreno. Che cosa posso fare? 

 

E spesso la risposta la può fornire solo un tecnico.

Ma (c’è sempre un ma!), per fornire questa risposta, il tecnico deve consultare tantissime carte, verificare la normativa, consultare la vincolistica, ecc…

E spesso, queste carte non sono facilmente (o velocemente) disponibili.

Per cui, ci si trova a chiamare i vari uffici, e ci si imbatte (raramente, per fortuna!) in alcune realtà che nell’anno 2015 immagini che siano estinte.

Domanda: Buongiorno, non ho trovato il PUC online, potrebbe inviarlo via email?

Risposta: Oggi non è possibile perchè il tecnico non c’è , e il file del PUC lo ha solo luihands-on-head-covering-the-sun-while-eating-preview

Oppure:

Domanda: Buongiorno, non ho trovato il PUC online, potrebbe inviarlo via email?

RispostaLo abbiamo solo cartaceo. Deve venire qui in orario di ricevimento e chiedere copia della porzione che le serve.

Follia. E’ ovvio che c’è qualcosa che non va.

E la colpa non è del tecnico comunale, che ha l’onere di dover inviare decine di email uguali.

O della persona che ha risposto al telefono, peraltro gentilissima, che purtroppo non sa proprio come aiutarti.

Ma torniamo alla “verifica”.

Non si tratta solo di identificare l’immobile all’interno del Piano Urbanistico Comunale.

Si deve verificare il Piano Paesaggistico Regionale, il Piano di Assetto Idrogeologico, l’eventuale Piano di Lottizzazione, il Piano di Recupero, o il Piano Particolareggiato del Centro Storico. Ancora, il Piano di Classificazione Acustica, il Piano di Utilizzo del Litorale, ecc..

Non solo. All’interno del Piano Urbanistico, vengono trattati tantissimi aspetti (non solo la zonizzazione urbana), ognuno dei quali necessita di una specifica rappresentazione: ecco che il Piano Urbanistico (di un piccolo comune) si trova ad avere 30/40 tavole differenti.

E’ chiaro che non è necessario consultarle sempre tutte, ma vi assicuro che spesso c’è da impazzire.

Insomma, è una relazione lose-lose-lose: tutti perdono.

  • Il tecnico comunale viene disturbato tantissime volte, sempre per gli stessi motivi (impedendogli di dedicarsi a qualcosa di più importante).
  • Il tecnico libero professionista deve visionare tantissime carte, solo per poi dire “Esistono questi vincoli, quindi niente volume. Puoi solo fare … “
  • Il privato cittadino non può verificare da solo, senza ricorrere all’aiuto di nessuno, che cosa è possibile realizzare nella sua proprietà.

Partiamo da un presupposto: non si può fare a meno di avere tutti questi piani.

Il Territorio è complesso e solo un’analisi e uno studio approfondito a 360° possono consentire la sua puntuale  conoscenza. E le previsioni dei piani, derivanti dalla specifica e puntuale conoscenza, provano a dettare le regole per un uso sostenibile, corretto e sicuro del Territorio.

E allora mi sono chiesto:

Come possiamo semplificarci la vita, fare in modo che

  • il tecnico comunale non venga disturbato continuamente
  • il libero professionista non impazzisca e possa svolgere il suo lavoro sereno
  • il cittadino possa conoscere

Rispondo con un’altra domanda:

E se esistesse un sito o un’applicazione che possa fare da contenitore di tutta la normativa (e non solo) legata al territorio? Che contenga e siano facilmente e velocemente consultabili tutte le tavole e rappresentazioni del territorio?

Provate ad immaginare:

Entro in www.———-.it e digito

“via nomedellavia cagliari”

e visualizzo il tetto del mio immobile. 

pucClicco su PUC … e voilà! Vedo apparire a quale zona urbanistica appartiene. Con l’indicazione di alcune informazioni importanti, quali indici di edificabilità, distanze, ecc..

Ma ho bisogno di verificare anche il PPR. Clicco su PPR e … boom! 

PAI

PCA

PPCS

… eccetera. Per ogni comune!

A me, uno strumento di questo tipo, semplificherebbe la vita. E non di poco.

E a te?

Dimmi che ne pensi, compilando il questionario qui sotto.

Questionario

Ing. Enrico Craboledda

 

Altri Articoli