Piano Casa Fort Village Resort

Approvata dalla giunta regionale la Valutazione di Impatto Ambientale dell’intervento di ampliamento volumetrico per il Fort Village Resort

E’ del 2 settembre 2014 l’ok della giunta regionale al progetto per il piano casa del Forte Village Resort.

A questo indirizzo trovate il testo della delibera

Delibera Piano Casa Fort Village Resort

Procedura di verifica, ai sensi del D.Lgs. n. 152/2006 e s.m.i. e della Delib.G.R. n. 34/33 del 7 agosto 2012 relativa all’intervento “Progetto di ristrutturazione e razionalizzazione dell’insediamento ricettivo, del Forte Village Resort in località Santa Margherita di Pula, S.S. 195 km. 39,600, “Disposizioni straordinarie per il sostegno dell’economia mediante il rilancio del settore edilizio e per la promozione di interventi e programmi di valenza strategica per lo sviluppo” disposizioni straordinarie per la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente – legge regionale 23.10.2009, n. 4 (Piano casa)”. Proponente: IDeA FIMIT SGR Fondi Immobiliari Italiani Società di Gestione del Risparmio.

Per i più curiosi, è possibile consultare i documenti presentati per la valutazione di impatto ambientale, direttamente a questo indirizzo

Valutazione Impatto Ambientale Fort Village Resort

Un piccolo sunto della descrizione dell’intervento si può consultare all’interno del testo di delibera

https://www.flickr.com/photos/rcockx/8406868/in/photostream/

“ …

L’intervento, ubicato nel territorio del Comune di Pula, è mirato alla riqualificazione del patrimonio edilizio e dei servizi esistenti all’interno del complesso ricettivo del Forte Village Resort, il cui  impianto originario risale alla fine degli anni ’60. La superficie, dell’area di proprietà interessata dall’intervento, risulta di 465.800 mq complessivi (47 ettari circa) completamente ricadenti nella zona F dello strumento urbanistico vigente, con destinazione confermata nel nuovo PUC in via di  approvazione. Attualmente il volume esistente è di 199.323,85 mc, così ripartiti: 123.341,53 mc  all’interno della fascia dei 300 metri dal mare; 53.482,32 mc fra la fascia dei 300 metri dal mare e la  S.S.195; 22.500 mc oltre la SS.195 nella zona Diga – Leisureland – villaggio Staff.

In sintesi l’intervento prevede, entro i 300 metri dal mare:

  • la riorganizzazione della zona sportiva, con la demolizione e ricostruzione/riposizionamento del fabbricato destinato a bar e servizi igienici, ora in muratura e da realizzare con struttura in legno;
  • la ristrutturazione del Ristorante Pasta House con l’introduzione di materiali come il legno e la pietra naturale,
  • l’eliminazione di parte degli stradelli in cotto esistenti e l’introduzione di rifiniture in graniglia stabilizzata o pietra-cotto naturale per la nuova viabilità;
  • interventi presso l’Hotel le Dune con l’ampliamento bungalow C3 e la previsione del nuovo ricevimento, nelle vicinanze della spiaggia ed edificato senza l’ausilio di opere in cemento armato e con struttura in legno naturale su pali;
  • la riqualificazione dell’area villaggio bungalow parte integrante dell’Hotel Borgo, Le Palme e Villaggio, con la dotazione di 15 nuove piscine;
  • l’ampliamento della Sala Congressi esistente, con una nuova sala eventi polivalente di circa 1300 mq;
  • la riqualificazione e ampliamento della struttura in legno esistente e la trasformazione in suite dell’attuale Mini-Club.

Oltre la fascia dei 300 metri dal mare si prevede:

  • nell’Hotel Villa Del Parco l’ampliamento cucina esistente al piano secondo;
  • la Ristrutturazione e Ampliamento Bungalow dell’Hotel Borgo – Villaggio, con la dotazione di 10 nuove piscine;
  • nuove suite convertibili nell’area villaggio personale;
  • l’incremento delle camere del personale; un nuovo campo da tennis;
  • una piscina sportiva e la copertura delle piscine esistenti nelle Thermae del Parco.

… “

Una notizia ( ANSA ) che invece potrebbe interessare tutti è la richiesta che arriva direttamente da Confartigianato

Il 29 novembre è la data ultima per usufruire dell’opportunità di ampliare l’abitazione, o un altro immobile, presentando la Dia o richiedendo la concessione edilizia al Comune. Ribadiamo la richiesta degli artigiani – ha detto il presidente Confartigianato Gallura, Giacomo Meloniaffinché ci possa essere un una proroga

E’ palese da dire, ma non possiamo che unirci alla richiesta del presidente di Confartigianato Gallura.

 

Enrico Craboledda

Altri Articoli